Costi

Il primo colloquio è un momento di massima importanza, i cui obiettivi fondamentali riguardano la comprensione delle aspettative e delle necessità che hanno portato all’incontro, scegliendo di conseguenza una modalità di intervento condivisa. Al termine, si aprono generalmente tre grandi scenari: considerare sufficiente la consulenza, optare per un consulto di altri professionisti (es. medici, psicoterapeuti..), o concordare gli incontri successivi (es. per un sostegno psicologico). 


Il primo colloquio ha un costo contenuto di 30 euro, al fine di venire incontro alla “tempesta emotiva” che spesso accompagna la ricerca di uno psicologo. L’onorario relativo ai successivi colloqui (orientativamente tra i 40 e i 60 euro) verrà comunicato in fase di accordo rispetto alle modalità di incontro e la durata indicativa del percorso. 


I colloqui psicologici sono esenti IVA e, in quanto prestazioni sanitarie, sono detraibili nella Dichiarazione di redditi qualora la modalità di pagamento sia tracciabile (bancomat, carte di credito, Satispay). Dunque, nel caso di pagamento in contanti non sarà possibile detrarre la fattura. La detrazione Irpef è pari al 19% e si applica a importi che eccedono la franchigia annuale di 129,11 euro. 


Le prestazioni relative a valutazioni o accertamenti utili ai fini di procedimenti giudiziari sono invece soggette ad IVA e non sono detraibili. Bisogna altresì specificare che è possibile fare un preventivo rispetto alle Consulenze Tecniche di Parte (CTP) solo sul caso specifico, considerando le effettive attività da svolgere. 

Contatti

Chi sono