CHI SONO

Cos’è necessario nella descrizione di uno psicologo? 


La formazione potrebbe già essere sufficiente a discriminare chi ha i titoli necessari all’esercizio della professione.

In tal caso potrei dire di aver conseguito anzitutto la laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche all’Università degli Studi di Torino, proseguendo poi presso la stessa università con la laurea magistrale, in Psicologia Criminologica e Forense. Potrei soffermarmi sull’unicità nel territorio italiano di questa laurea interdipartimentale (con il dipartimento di Giurisprudenza). Potrei specificare di essermi laureata con 110 e lode. Potrei anche dire di aver scelto di svolgere tutte le 1250 ore di tirocinio in ambito psichiatrico, prima in educativa territoriale e gruppi appartamento e poi in comunità psichiatrica. Naturalmente preciserei di essere regolarmente iscritta all’Albo degli psicologi (iscrizione n. 9540, Albo degli Psicologi del Piemonte).


Ma questo non descriverebbe me come psicologa. Non descriverebbe me nel rapporto con l’altro (posto che ogni relazione ha delle caratteristiche uniche e irripetibili, così come le persone). Non darebbe risalto all’importanza che attribuisco alla spontaneità, all’ascolto non giudicante, al saper-stare-insieme, al cercare di comprendere (e accettare di non poter comprendere tutto). Tecnicamente, potrei dire che potrei descrivere il mio sapere, anche il mio saper fare forse, ma difficilmente le mie parole potrebbero descrivere il mio saper essere.

 

In realtà la risposta alla domanda iniziale è che non c’è una risposta universalmente condivisa. Ogni persona avrà delle aspettative diverse su cosa trovare scritto qui. Chi la formazione, chi le esperienze, chi il modo di vedere le cose, chi addirittura la storia personale. Il che è un bene. Spesso sono più affascinanti le domande e il processo di esplorazione delle risposte in sé

Contatti

Di cosa mi occupo

Foto della psicologa Drammis Filomena di Torino